Tecnologie

Tecnologie

Una vasta esperienza che offre la migliore combinazione delle più avanzate tecnologie.

Tecnologia oil-free
Unità per impianti a 4 tubi
Unità HFO

Compressore centrifugo a levitazione magnetica: quando l’esperienza fa la differenza

Efficienza imbattibile: I refrigeratori di liquido condensati ad aria e acqua della gamma TECS utilizzano il compressore centrifugo a levitazione magnetica per raggiungere livelli di efficienza impareggiabili.

Compressore centrifugo a levitazione magnetica: quando l’esperienza fa la differenza

L’avanguardia tecnologica di questi compressori assicura enormi benefici in termini di efficienza, regolazione, vibrazioni, emissioni acustiche e peso. La levitazione magnetica permette di eliminare l’olio lubrificante, la sua delicata gestione e penalizzazione negli scambi di calore.

Corrente di spunto trascurabile

Ulteriore elemento di differenziazione sono le ridottissime correnti di spunto, frutto delle peculiari caratteristiche del compressore e della procedura di avviamento “soft charge”. Nelle unità ad acqua la corrente di spunto in avviamento è di soli 2 Amps! Questo garantisce una più snella progettazione dei sistemi della linea di potenza dell’impianto elettrico installato.

Efficienza imbattibile

Caratterizzati da elevatissime efficienze a pieno carico, ma soprattutto in condizione di parzializzazione, i chiller con compressore centrifugo oil-free raggiungono e superano i livelli di efficienza stabiliti dai più comuni protocolli del settore HVAC.

Esercizio silenzioso

Tra tutti i compressori disponibili sul mercato, quelli a levitazione magnetica raggiungono i più bassi livelli di emissioni sonore; le vibrazioni sono altresì estremamente ridotte con evidenti vantaggi in ogni contesto applicativo.

La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto

Solo l’immaginazione poteva spingere Climaveneta a migliorare le già straordinarie caratteristiche tecniche della gamma chiller con compressore centrifugo oil-free e a concepire TX-W.

Infinite combinazioni progettuali

TX-W è stato ideato per ospitare da 1 a 6 compressori centrifughi oil free, prevedendo anche la combinazione con taglie diverse. Ciascun set di compressori è abbinato a una delle 6 nuovissime coppie di scambiatori create esclusivamente per TX-W. Il risultato è una gamma di 63 possibili combinazioni, in grado di soddisfare ogni specifica esigenza impiantistica e progettuale.

Il più ampio range di capacità frigorifera

TX-W si presenta con una copertura di range mai vista prima: da 246 kW fino a oltre 4 MW. Qualunque sia la richiesta di capacità frigorifera, quest’unità è la risposta a tutte quelle applicazioni comfort, di processo o IT Cooling, orientate ad un prodotto altamente affidabile e dalle performance imbattibili.

Straordinarie efficienze a pieno carico e stagionali

TX-W è stato ideato per raggiungere straordinarie efficienze, con valori di efficienza a pieno carico EER superiori a 6,5 (valori gross) e valori di efficienza stagionale ESEER superiori a 10,2 (valori gross)

Configurazione flessibile

In TX-W è possibile scegliere tra disposizione orizzontale o diagonale degli scambiatori, con dimensioni che privilegiano la compattezza degli ingombri in altezza o in pianta. Gli attacchi acqua di entrambi gli scambiatori possono essere distribuiti indifferentemente sul lato destro o sinistro, per adattarsi a qualunque esigenza impiantistica.

Affidabilità totale

TX-W gestisce perfettamente il corretto rapporto di compressione, la velocità di rotazione, la posizione della IGV (Inlet Guide Vane) e l’apertura della valvola di by-pass. Tutto questo per far sì che i compressori rimangano sempre – in fase di avviamento, durante l’esercizio, in modulazione per risposta al termoregolatore e in spegnimento - in zona di lavoro di completa sicurezza.

Campo di lavoro dedicato

TX-W nasce con diverse combinazioni di compressori per poter essere installato sia in applicazioni che lavorano a bassa temperatura di condensazione (torri evaporative, acque di superficie) sia in sistemi a temperatura più alta che prevedano l’utilizzo di dry cooler. La possibilità di produrre acqua in uscita dall’evaporatore fino a 20°C rende TX-W la soluzione più adatta alle esigenze di ambienti IT e per la produzione di freddo in applicazioni di processo.

Selezione mirata del prodotto

Grazie all'esclusivo software ELCA WORLD, TX-W può essere selezionato secondo le specifiche esigenze del cliente. Qualunque sia la capacità frigorifera richiesta, il software propone infatti diverse alternative progettuali.

CX4: l’evoluzione nel mondo dei controlli

Hardware e Software esclusivi, progettati per padroneggiare la tecnologia a levitazione magnetica: nuovissime logiche controllano costantemente i parametri significativi dei compressori, facendoli operare sempre all’interno della corretta zona di lavoro, garantendo una affidabilità totale. L’elevata efficienza di esercizio è permessa dall’algoritmo “jumping staging” che, in regime di parzializzazione, attiva solo la combinazione più efficiente di compressori. Per TX-W è stata inoltre sviluppata una interfaccia altamente personalizzata, con nuove schermate di dettaglio dell’unità e dei suoi componenti.

KIPlink, il controllo dell’unità a portata di mano

KIPlink permette l’accesso diretto al controllore CX4: anche in assenza di tradizionale interfaccia è possibile, grazie alla tecnologia wi-fi, operare sull’unità direttamente da dispositivo mobile (tablet, smartphone, PC) su cui vengono visualizzate le stesse schermate dell’interfaccia touch.

Opzioni tecnologiche

Cofanatura acustica

Le emissioni acustiche delle unità TX-W possono essere ulteriormente abbattute selezionando l’opzione «cofanatura acustica» nelle due varianti:

  • Base -14 dB(A)
  • Integrale -18 dB(A)

Dispositivo rilevazione refrigerante

TX-W può essere dotato di gas detector per segnalare la presenza in ambiente chiuso di una concentrazione anomala di refrigerante. Il rilevatore di refrigerante è a doppia soglia, in grado di spegnere i compressori o isolare gli scambiatori in caso di anomalia.

Fast restart

In alcune applicazioni è cruciale garantire il veloce ripristino della potenza frigorifera dopo un’interruzione nell’alimentazione elettrica (black-out). L’opzione fast restart permette il riavvio dei compressori entro 26’’ dal ripristino della tensione e la rapida messa a regime (es: unità mod. 2D00 torna a fornire 1300 kW in soli 6 minuti da riavvio dopo buco di tensione).

VIDEO
TX-W

Brochure commerciale

TX-W

19/02/2018

Le unità polivalenti sono la risposta più evoluta per sistemi a 4 tubi

Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 33 a 1125 kW. Massimo comfort, produzione contemporanea di caldo e freddo, imbattibile efficienza energetica ed impiantistica, i vantaggi delle unità polivalenti INTEGRA all'interno di un impianto 4 tubi sono innumerevoli.

Massima efficienza energetica

L’approccio costruttivo che caratterizza le unità polivalenti è studiato per massimizzare il loro effetto utile. La massima efficienza del sistema viene raggiunta con carichi contemporanei, quando tutta l’energia prodotta viene utilizzata per assicurare la richiesta termica e frigorifera dell’intero sistema. Negli edifici moderni, caratterizzati da carichi termici opposti contemporanei, le unità INTEGRA sono la soluzione più efficiente e più green rispetto a qualsiasi altro sistema.

Autoadattabilità e contemporaneità dei carichi

Grazie all’evoluta logica di controllo di cui sono dotate, le unità polivalenti sono in grado di far fronte sempre alle richieste di climatizzazione dell’edificio, anche e soprattutto nel caso di contemporaneità dei carichi. La produzione contemporanea di freddo e caldo viene autonomamente gestita dall’unità in base alle reali necessità.

Semplificazione impiantistica

L’adozione di un’unità che provvede autonomamente alla produzione di caldo e freddo, permette di superare l’abbinamento di più risorse termofrigorifere. Ne consegue una notevole semplificazione dell’impianto: si riducono gli spazi tecnici, si semplifica la circuitazione idronica, si dimezza l’impegno di manutenzione delle macchine e si rende molto più razionale il controllo delle stesse.

Riduzione delle operazioni in cantiere

La semplificazione dell'impianto si traduce in una significativa riduzione delle operazioni da prevedere in cantiere. Non sono più necessarie infatti le operazioni di allacciamento alla rete gas, installazione e messa in opera di caldaie ausiliarie e di gestione degli spazi da destinare ai gruppi termici convenzionali. Ne deriva un notevole risparmio di tempi, costi e degli oneri a carico del cliente.

TER: Total efficiency ratio

In tutti i casi in cui INTEGRA produce simultaneamente acqua fredda e calda, l'efficienza reale dell'unità è la somma delle prestazioni in caldo e in freddo.

In tutti i casi in cui INTEGRA produce simultaneamente acqua fredda e calda, l'efficienza reale dell'unità è la somma delle prestazioni in caldo e in freddo.

Con unità in grado di produrre contemporaneamente caldo e freddo, misurare l'efficienza attraverso i tradizionali indici EER e COP è limitativo. Per misurare in modo oggettivo la performance in condizione di contemporaneità dei carichi, il brand Climaveneta, pioniere nello sviluppo di questa tecnologia, ha elaborato il TER - total efficiency ratio. Il TER viene calcolato come rapporto tra la somma delle potenze termica e frigorifera erogate e la potenza elettrica assorbita.

Il TER viene calcolato come rapporto tra la somma delle potenze termica e frigorifera erogate e la potenza elettrica assorbita. Il TER raggiunge il suo massimo valore in condizione di completo bilanciamento dei carichi, ed è il modo più efficace per rappresentare la reale efficienza dell'unità.

Integra Technologies

Tecnologia Inverter

La tecnologia a variazione continua della velocità mostra i suoi vantaggi in particolare quando applicata alle unità polivalenti.

La tecnologia a variazione continua della velocità mostra i suoi vantaggi in particolare quando applicata alle unità polivalenti. Le nuove unità inverter i-FX-Q2 e i-NX-Q raggiungono efficienze sempre superiori rispetto ad analoghe unità a velocità fissa, con qualsiasi combinazione di carico freddo/caldo, e in qualsiasi stagione.

La presenza di compressori a velocità variabile VSD permette alle unità INTEGRA i-FX-Q2 e i-NX-Q di seguire efficacemente ogni combinazione di carichi termici richiesta dall’impianto, con efficienze TER sempre abbondantemente superiori (fino al 19%) a quelle di un’unità con compressori a velocità fissa.

Efficienza imbattibile ai carichi parziali

In una tradizionale applicazione comfort, un impianto lavora alla massima potenza solamente per un numero limitato di ore all’anno, mentre per la maggior parte del tempo opera in condizioni di parzializzazione. È in questa situazione che l'efficienza raggiunta dalle unità con tecnologia inverter si distacca rispetto a quella di tradizionali unità a velocità fissa: SCOP fino a +20% SEER fino a +32% I requisiti minimi di efficienza stabiliti dal regolamento europeo ErP 2009/125/EC sono centrati anche nell'obiettivo TIER 2021.

Minime emissioni sonore, massimo comfort acustico

La capacità delle unità inverter di variare continuamente la velocità di rotazione dei compressori consente di ottenere emissioni sonore tanto più ridotte quanto più spinta è la parzializzazione. Per la maggior parte dell’anno le unità saranno quindi caratterizzate da potenze più basse rispetto ad analoghe unità con compressori a velocità fissa, garantendo sempre il massimo comfort acustico. I livelli sonori possono essere ulteriormente ridotti grazie a versioni dedicate e una vasta gamma di accessori a disposizione.

Assenza di correnti di spunto

La tecnologia inverter comporta una fase di avviamento con bassissime correnti di spunto, inferiori a qualunque altra modalità (avviamento diretto, stella/triangolo, part winding o soft start). L'assenza di bruschi picchi di corrente e variazioni nella coppia di spunto, oltre a eliminare possibili disturbi alla rete elettrica di potenza, riduce a zero lo stress sulla componentistica elettrica e migliora l'affifidabilità del sistema. I convertitori di frequenza selezionati per le unità INTEGRA sono caratterizzati da valori di Displacement Power Factor compreso tra 0.97 e 0.99, il risultante Fattore di Potenza dell'unità in condizioni di esercizio nominali è sempre superiore a quello di analoga unità senza tecnologia inverter: viene quindi ridotta la necessità di installare dispositivi per il rifasamento dei carichi.

Flessibilità nella selezione

Le unità inverter a marchio Climaveneta, grazie a particolari soluzioni tecniche e a logiche di controllo proprietarie appositamente sviluppate, possono essere selezionate anche a velocità diverse da quella nominale. Qualunque sia l'esigenza da soddisfare, massima efficienza di esercizio, riduzione dell'investimento iniziale, futuro incremento di potenza dell'impianto, è sempre possibile individuare tra diverse selezioni possibili l'unità più adatta.

un modulo integrato per la produzione indipendente di acqua ad altissima temperatura (fino a 78°C). Da 70 a 279 kW

+2P è l’innovativa soluzione per la produzione di acqua ad altissima temperatura (fino a 78°C). Progettato come un modulo completamente integrato, +2P è installato all’interno dell’unità di appoggio e garantisce efficienze senza compromessi.

La pompa di calore polivalente con il modulo +2P integrato è quindi in grado di soddisfare contemporaneamente ed indipendentemente 3 fabbisogni termici diversi a 3 differenti temperature, senza limitazioni in termini di flessibilità operativa.

Grazie a +2P, non saranno più necessarie altre fonti integrative per la produzione di acqua ad altissima temperatura.

La soluzione INTEGRA +2P è ideale in tutti i casi in cui vi sia la necessità di soddisfare contemporaneamente e indipendentemente 3 carichi termici (acqua fredda, calda e caldissima)

VIDEO
INTEGRA

Brochure commerciale

INTEGRA

19/02/2018

United Nations
Framework Convention on Climate Change

"The ultimate objective of this Convention is to achieve stabilization of greenhouse gas concentrations in the atmosphere at a level that would prevent dangerous anthropogenic interference with the climate system. Such a level should be achieved with a time frame sufficient to allow ecosystems to adapt naturally to climate change, to ensure that food production is not threatened and to enable economic development to proceed in a sustainable manner."

UNFCCC, 1992

I chiller di nuova generazione con tecnologia a levitazione magnetica e refrigerante HFO abbracciano un nuovo concetto di efficienza.

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems Spa, che fa del rispetto per l’ambiente uno dei suoi valori guida, ha fatto un passo in più proponendo già da fine 2015, le proprie unità a marchio Climaveneta ed RC con refrigeranti eco-compatibili HFO di 4a generazione HFO 1234ze e HFO 1234yf.

Grazie infatti alla loro proprietà di disintegrarsi molto rapidamente nell’atmosfera, le molecole fluorurate HFO hanno un impatto ambientale molto basso, pur mantenendo proprietà termodinamiche molto simili agli HFC, e quindi continuando a garantire elevati livelli di performance energetiche alle unità.

In particolare il refrigerante HFO 1234ze selezionato da Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems per i chiller, assicura livelli di GWP pari a 7 (rispetto a valori GWP pari a 1430 per il gas R134a) e nessuna tossicità. Per questi motivi HFO 1234ze è stato approvato dagli standard internazionali ASHRAE 34, ISO 817, ed è in linea con gli obiettivi legislativi internazionali sui gas ad effetto serra.

Efficienza, affidabilità e massima silenziosità. Ma allo stesso tempo attenzione all’impatto ambientale di tutti i componenti. Queste le premesse che hanno portato alla creazione di TECS2 HFO: la gamma di chiller tecnologicamente all’avanguardia ed ecocompatibile.

Compressore a levitazione magnetica ottimizzato per HFO

TECS2 HFO è il risultato di una combinazione intelligente tra le unità chiller con compressore centrifugo oil free e il refrigerante HFO 1234ze. È noto che i livelli di efficienza raggiunti dai compressori a levitazione magnetica sono di gran lunga superiori a quelli tipici dei compressori volumetrici tradizionali. Le nuove unità con refrigerante HFO 1234ze assicurano un incremento di efficienza del 3% rispetto a soluzioni analoghe.

Ventilatori EC di nuova generazione

I ventilatori a commutazione elettronica EC sono caratterizzati da un motore altamente performante che, in accordo con il Regolamento 327/2011, ha un grado di efficienza notevolmente superiore ad ogni altro ventilatore AC. L’intrinseca efficienza energetica del motore DC brushless esalta ulteriormente le prestazioni del chiller ai carichi parziali, e contribuisce a migliorare l’affidabilità complessiva della macchina. Il connubio di questi elementi comporta quindi importanti risparmi nei costi d'esercizio.

Design innovativo degli scambiatori

L'evaporatore allagato e il condensatore a fascio tubiero (per le unità ad acqua), entrambi progettati e costruiti internamente, presentano un design esclusivo mirato a massimizzare la potenza frigorifera delle unità e ad ottimizzare l’operatività dei compressori grazie ad un elevato coefficiente di scambio termico. Il condensatore a fascio tubiero è stato dimensionato per garantire ridotte perdite di carico sul lato acqua e minimizzare le spese di pompaggio. Nell’evaporatore il completo allagamento dei tubi viene garantito anche in condizioni di parzializzazione da una valvola di espansione elettronica gestita da logiche di controllo proprietarie.